Arte a Tavola Arte a Tavola

ARTE A TAVOLA

L'ARTE A TAVOLA
Il 28 aprile la seconda conferenza con lo storico dell'arte Fernando Rigon Forte

Gli incontri si terranno all'Università del Gusto - Via Piazzon, 40 Creazzo (VI)
con inizio alle ore 17.30

L’arte che celebra la terra, la tavola e il cibo. Un autentico viaggio tra sensi e cultura che avrà una guida d’eccezione: lo storico dell’arte Fernando Rigon Forte, una delle voci più autorevoli e più aggiornate nel panorama italiano dell’iconografia.

L’iniziativa organizzata dall’Università del Gusto e Biblioteca Internazionale La Vigna si intitola, non a caso, “L’Arte a Tavola”: due conferenze (il 27 gennaio con “Dalla Terra alla Mensa” e il 28 aprile con “I sensi a convivio”) aperte a tutti, previa iscrizione, nelle quali seguire il percorso dell’alimentazione – dal lavoro dei campi alla mensa – attraverso straordinarie immagini, frutto di un’attenta ricerca iconografica sul tema.

Conferenza del 28 aprile ISCRIZIONI APERTE - I SENSI A CONVIVIO

La conferenza sottolineerà come, a tavola, i cinque Sensi tradizionali siano convocati ad una festa comune, sublimata tramite le arti della cucina e dell’imbandigione. “A tavola – spiega il professor Fernando Rigon Forte -  non ci si alimenta soltanto, ma si celebra il rito elementare della sopravvivenza in una esaltazione di tutto il corpo e delle sue “finestre” di approccio, di percezione e di appropriazione del mondo, muovendo da ciò che vi è di più radicale: mangiare!”. Vista, Gusto, Tatto, Olfatto: tutti partecipano alla celebrazione del cibo, senza dimenticare l’Udito, solo apparentemente relegato ad un ruolo marginale e che invece, per Fernando Rigon Forte, “diventa l’indispensabile saldatura, dalla conversazione alla libagione, tra convenuti a mensa in una coralità di scambi, di commenti e condivisioni che producono una fusione di intenti autenticamente corale”. Così, la conferenza illustrerà l’iconografia specifica e tradizionale dei Sensi nelle varie declinazioni e si soffermerà su immagini  che riproducono i miti classici, in cui tavola e cibo hanno giocato un ruolo da protagonisti.

Conferenza del 27 gennaio SOLD OUT - DALLA TERRA ALLA MENSA

La Terra , il “fondamento” stesso della Natura, madre e matrigna. La Terra non come pianeta vagante nel cosmo, ma come grembo di generazione e nutrimento, su cui l’uomo poggia e si sostiene.
Dopo la colpa originale i Progenitori dovettero guadagnarsi la sussistenza col sudore della fronte per il duro lavoro volto a coltivare e a far fruttificare la Terra. Il risultato della raccolta prima, dell’agricoltura e dell’allevamento dopo, approdano ad una mensa, in un rito sacrale di ringraziamento e di espiazione.
La mensa intesa nella sua complessità di tavola, di imbandigione, di convitati in una coralità concorde e solidale nell’esaltare la continuità della vita non solo tramite l’alimentazione, ma nel tripudio della festa comune.
Le immagini a corredo e illustrazione della conferenza privilegeranno aspetti dell’arte antica raffiguranti “le opere e i giorni” dell’uomo che coltiva, che produce, che raccoglie. Particolare attenzione verrà data poi a miniature medievali fino all’introduzione dell’arte della stampa a spettro cronologico dal romanico al gotico “internazionale”, che sta alla base della nascente cultura europea, il cui patrono è S. Benedetto da Norcia con il suo motto “ora et labora”.

Fernando Rigon Forte
Storico dell’Arte, ha diretto dal 1976 al 1983 il Museo Biblioteca Archivio di Bassano, inaugurando nuove sezioni e realizzando una decina di mostre, prima di approdare, nel 1983, alla direzione dei  Musei civici di Vicenza, incarico ricoperto fino al 1991. Qui ha allestito il Museo del Risorgimento e il Museo naturalistico archeologico di S. Corona e ha curato il restauro degli interni e un riallestimento critico di Palazzo Chiericati più rispettoso del capolavoro palladiano. Nello stesso periodo ha promosso e seguito il restauro di circa 500 opere delle civiche collezioni, con l’aggiunta del restauro di tutte le decorazioni plastiche del Teatro Olimpico, attivando una fitta rete di sponsorizzazioni, con il sistema delle “adozioni” . Tra le mostre, “Museo ritrovato”, “Messaggi dal Fronte. Mille cartoline della prima guerra mondiale”, “La collezione Neri Pozza, per un museo d’arte contemporanea a Vicenza”.
Dal 1989 al 2001 è stato segretario dell’iniziativa “Restituzioni”, promosso annualmente da Banca Intesa. Al 1995 risale l’allestimento del Museo del Santo a Padova; al 1996 l’allestimento della mostra, sempre a Padova, del patrimonio dei dipinti dal ‘300 al ‘700 della Cassa di Risparmio di PD e RO. Ha fondato l’Istituto di Ricerca per gli studi su Canova e il Neoclassicismo, di cui è stato presidente del Consiglio di Amministrazione fino al 2001.
Accademico Olimpico, dal 1983 è ora vice presidente vicario del Consiglio scientifico del C.I.S.A. A. Palladio di Vicenza.
Dal 2001 al 2015 è stato consulente per la conservazione del patrimonio pittorico della Banca Popolare di Vicenza; ha organizzato dal 1998 al 2014 le mostre storiche annuali in palazzo Thiene “Capolavori che ritornano” , del quale ha seguito anche i restauri delle decorazioni plastiche, effettate tra il 2005 e il 2009. Proprio per l’istituto di credito ha allestito, nel 2008 a palazzo Ruspali di Roma, la mostra “Capolavori che ritornano. I dipinti del Gruppo Banca Popolare di Vicenza”.
E’ autore di circa duecento pubblicazioni su riviste specializzate e in cataloghi di mostre, musei e collezioni.

 ISCRIZIONE GRATUITA ALLA CONFERENZA DEL 28 APRILE 2017

I campi contrassegnati con(*) sono obbligatori.






Ai sensi del Regolamento 2016/679 (di seguito, per brevità, indicato “GDPR”) in materia di "privacy" si comunicano le informazioni relative al trattamento dei dati personali. La titolarità del trattamento è condivisa tra “ESAC spa” (di cui “Università del gusto di Vicenza” è divisione interna) e “Confcommercio Imprese per l’Italia della provincia di Vicenza”, operanti quindi quali “contitolari” del trattamento ai sensi di quanto previsto dall’Art. 26 del GDPR. I contitolari hanno sede legale a Vicenza, Via L. Faccio n. 38, telefono 0444-964300 e sono contattabili anche a mezzo e-mail: info@esacformazione.it.
I dati personali indicati nella presente scheda saranno trattati, a mezzo strumenti cartacei ed informatici avvalendosi di personale dipendente comunque autorizzato ed incaricato al trattamento, per le seguenti finalità: individuare con precisione i soggetti che accederanno all'iniziativa in programma "Arte a Tavola", se del caso informarli relativamente a possibili variazioni di data o orario, ciò in mera attuazione di impegno di diligente gestione o precontrattuale nel presupposto giuridico di cui all’art.6 comma 1 lett. b) del GDPR; per finalità statistiche per dati aggregati però in forma anonima. Perseguendo il legittimo interesse di protezione della proprietà e tutela dal rischio di attività criminali (presupposto di cui all’art. 6 comma 1 lett. f) del GDPR) verranno trattati altresì immagini raccolte a mezzo sistema di videosorveglianza. I contitolari, perseguendo un legittimo interesse - sempre nel presupposto di cui all’art. 6 comma 1 lett. f) del GDPR) - nel corso dello svolgimento dell’iniziativa potranno inoltre procedere alla raccolta, a mezzo foto o filmati, di immagini relativi ai partecipanti.
Dette immagini potranno essere utilizzate dai contitolari a scopi divulgativi e promozionali della relativa attività istituzionale e quindi potranno essere oggetto di diffusione a mezzo stampa, TV, internet (anche nell’ambito di forum, social network, siti istituzionali e simili). I dati personali contenuti nelle immagini fotografiche e/o nei filmati, al fine della pubblicazione con le rispettive modalità, potranno essere comunicati altresì ad imprese del settore editoriale e del settore informatico (per l’inserimento dei dati medesimi e del materiale fotografico, ad esempio, in internet), anch’esse operanti quali autonome titolari o nominate Responsabili dai contitolari.I dati raccolti verranno conservati fino per un periodo non eccedente gli obblighi di natura amministrativa e civilistica (i dati della videosorveglianza per un tempo non eccedente, di norma, le 48 ore). Il conferimento dei dati per le finalità sopra individuate non richiede il consenso al trattamento risultando essenziale ai fini dell'esecuzione delle prestazioni relative, nonché per gli adempimenti di legge conseguenti e correlati.
L'eventuale rifiuto di fornire i dati ha come conseguenza l'impossibilità di dar corso alla richiesta di partecipazione. Per le sole finalità sopra evidenziate, i medesimi dati personali non saranno oggetto di comunicazione a terzi. I dati non verranno trasferiti all’estero. Solo previo consenso dell’interessato, da esprimere con le modalità sotto proposte, il trattamento potrà estendersi all’invio all’interessato (anche a mezzo e-mail) di messaggi contenenti proposte formative elaborate dai contitolari anche non strettamente correlate a quella a cui è stato manifestato interesse; potrà inoltre estendersi – sempre previo specifico consenso - all’invio di newsletter nell’ambito degli eventi dei Ristoratori di Vicenza. Per tutti i trattamenti operati per finalità subordinate al consenso, il rilascio dei dati e del consenso stesso è facoltativo e non incide sulla possibilità di partecipare all’iniziativa. L’interessato ha il diritto di chiedere ad uno qualsiasi dei contitolari del trattamento l'accesso ai dati personali e la rettifica o la cancellazione degli stessi o la limitazione del trattamento che la riguardano o di opporsi al loro trattamento. Ha il diritto di opporsi, in tutto o in parte: a) per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che la riguardano, ancorché pertinenti allo scopo della raccolta; b) al trattamento di dati personali che la riguardano a fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale, anche con riferimento soltanto all’uso di modalità automatizzate. Ha inoltre il diritto alla portabilità dei dati. Qualora il trattamento sia basato sul consenso (anche con riferimento ai dati anche noti come “sensibili”) ha il diritto di revocare il consenso in qualsiasi momento, ciò senza pregiudicare la liceità del trattamento basata sul consenso prestato prima della revoca. Ha il diritto di proporre reclamo a un'autorità di controllo.
Ha diritto ad avere altresì indicazione dell’origine dei dati personali e della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l’ausilio di strumenti elettronici; di ottenere l'aggiornamento, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge.

ESPRESSIONE DEL CONSENSO IN MATERIA DI TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI


acconsente non acconsente
al trattamento finalizzato al futuro invio, anche a mezzo posta elettronica, di materiale informativo/promozionale.
acconsente non acconsente all'iscrizione alla newsletter con gli eventi dei Ristoratori di Vicenza
Copia il codice di sicurezza che segue nella casella a fianco:

stampa questa pagina
Invia questa pagina ad un amico
PARLA CON NOI
PARLA CON NOI
PARLA CON NOI
PARLA CON NOI
Hai necessità di altre informazioni?
Chiamaci allo 0444964300
o compila il form e
ti contatteremo quanto prima.
Copia il codice di sicurezza che segue nella casella